La filodrammatica adulti

Lunedì 27 Febbraio 2012 20:45 amministratore
Stampa PDF

La filodrammatica adulti è una sezione giovane, nata nel 2011 e composta da una decina di persone, ma che possiede una volontà e uno spirito di affermazione non indifferente nel campo.

Il gruppo è diretto da Sanja Biloslav, maestra della scuola elementare di Portole, che non solo coordina la sezione ma che anche scrive i testi dei vari sketch.

La lingua utilizzata è ovviamente l’istro-veneto.

 

I sketch che la sezione attualmente presenta sono i seguenti:

 

  • CATTIVA ORA: si tratta di uno sketch della durata di 15 minuti che mette in scena 8 persone. Esso è ambientato nel bar “Da Celestina” dove quattro uomini si trovano a raccontare del più e del meno delle loro mogli e compagne che a turno entrano in scena in varie discussioni e scontri verbali. Lo sfondo del sketch è dedicato all’Ex-Tempore di Grisignana, concorso al quale una delle moglie Vi partecipa con un quadro che però viene utilizzato per scopi diversi all’esposizione scoprendo purtroppo alla fine che l’opera è proprio quella ad aver vinto il suddetto concorso.

 

  • CAPPUCCETTI ROSSI: si tratta di uno sketch della durata di 10-15 minuti che mette in scena 10 persone. Esso ricalca di base il racconto di “Cappuccetto rosso” ma poi nel corso delle varie scene (che si tengono prima nella casa della mamma, poi nel bosco e infine nella casa della nonna) ha una rivisitazione moderna e un po’ discostata dalla vera fiaba: cappuccetto rosso ha il ragazzo, il lupo ha dei problemi di salute, i cacciatori sono amanti del vino e la nonna…

 

  • UNA DOMENICA TRANQUILLA…O QUASI: si tratta di uno sketch della durata di 10-15 minuti che mette in scena 10 persone. La trama si sviluppa a casa di due nonnine che vivono nei pressi di Grisignana, che nella speranza di poter riposare e di godersi una domenica tranquilla, si trovano ad essere disturbate e stressate da un susseguirsi di persone che turbano la loro tanto voluta quiete. Le persone che entrano in scena rappresentano alcuni dei valori del borgo grisignanese ma un signore in particolare, un po’ sordo, le porta a predere una decisione inaspettata.


 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Aprile 2014 19:19
| + - | RTL - LTR